Come ottenere la residenza a Malta

Per chi sta pianificando di espatriare, Malta può rappresentare una scelta ideale in cui stabilire la propria residenza, per molte ragioni: il suo clima che la rende una delle mete turistiche più apprezzate d’Europa e del Mondo, la vicinanza con l’Italia che per molti può rappresentare un modo per restare in prossimità dei propri affetti, il fatto che è un paese sicuro con un tasso di criminalità quasi inesistente, e una serie di vantaggi di tipo burocratico e fiscale che rendono Malta un paese ideale per alcune categorie di professionisti e di imprenditori.

Ottenere la residenza a Malta

Uno dei vantaggi più evidenti di ottenere la residenza a Malta è la possibilità di poter beneficiare di un sistema fiscale ottimale con delle aliquote più basse rispetto al sistema fiscale Italiano, ma soprattutto per non risentire di quelle tasse “accessorie” che purtroppo da anni nel nostro paese sovraccaricano il cittadino al punto da trasformare la nostra penisola in uno dei luoghi più tassati del mondo.
A Malta non esiste il canone televisivo, non esiste la tassa sui rifiuti, non c’è tassa sulla proprietà, e l’assistenza sanitaria gratuita è un beneficio per tutti i residenti che pagano regolarmente la Social Security Maltese.

In questa guida ti fornirò alcuni dettagli sulla residenza Maltese e su come ottenerla.

Prima della residenza: entrare a Malta

Qualunque cittadino dell’Unione Europea può entrare a Malta senza bisogno di visto o di passaporto, e nel caso specifico di un cittadino italiano è sufficiente possedere una carta di identità Italiana valida per l’espatrio.

Tutti i cittadini dell’Unione Europea possono vivere e risiedere a Malta e possono lavorare liberamente sul territorio Maltese a condizione che siano in grado di provvedere al proprio sostentamento economico e dei propri familiari e che esistano tutti i presupposti per un’adeguata assistenza sanitaria che viene concessa gratuitamente a tutti coloro che pagano la Social Security, in caso contrario è necessario provvedere alla copertura attraverso una polizza sanitaria privata.

Quando chiedere la residenza

La residenza Maltese può essere richiesta in qualsiasi momento a partire dal giorno di ingresso sul territorio. Durante i primi 3 mesi di permanenza ogni cittadino straniero proveniente dai paesi dell’U.E. verrà considerato alla stessa stregua di un turista, per cui non sarà necessario ottenere un permesso di residenza. I successivi 3 mesi sono considerati come un’estensione del precedente periodo turistico ma con finalità di inserimento lavorativo, e anche in questo caso non è necessario richiedere la residenza Maltese.

Ricapitolando, per i primi 6 mesi non avrai bisogno di ufficializzare il cambio di residenza, e potrai utilizzare questo periodo per cercare un lavoro, per lavorare o per effettuare le tue valutazioni logistiche e professionali. Anche per quanto riguarda il tuo mezzo di trasporto privato, nel caso tu sia venuto in auto o in moto, per i primi 6 mesi non è necessario ottenere nessun particolare permesso.

E se trascorri più di 6 mesi a Malta senza chiedere la residenza?

Una volta trascorsi 183 giorni (184 per gli anni bisestili) ti troverai in una sorta di limbo burocratico che coinvolge principalmente la sfera fiscale. Dal punto di vista logistico, tecnicamente non sarai costretto a lasciare Malta in quanto fa parte dei paesi che hanno sottoscritto il trattato di Schengen, così come anche la nostra penisola, ma sarai comunque tenuto a produrre la dichiarazione dei redditi in Italia e questa dovrà contenere tutti i tuoi redditi imponibili, inclusi quelli eventualmente prodotti sul territorio Maltese che grazie alla legge sulla doppia imposizione fiscale verranno tassati solamente a Malta, ma in questo caso dovrai ricordarti di specificare nella dichiarazione Italiana l’imposta dovuta sul reddito estero e da tale imposta potrai detrarre le tasse già pagate a Malta.
Ricorda però che in qualità di residente in Italia sarai ancora soggetto ai pagamenti di alcune tasse come quella sui rifiuti o il canone RAI.

Tieni anche presente che dopo 6 mesi il tuo veicolo non sarà più autorizzato a circolare sul territorio Maltese, per cui sarai costretto a richiedere alla Motorizzazione Maltese il permesso per regolarizzare il tuo mezzo di trasporto e dovrai pagare la relativa tassa di importazione, oppure riportare il tuo veicolo in Italia. Un’altra buona notizia è che la residenza Maltese ti permetterà di ottenere l’esenzione del pagamento della tassa di importazione del tuo veicolo italiano (ma solo se sussistono determinati requisiti, per saperne di più leggi la guida specifica), oltre a vari benefici come sconti considerevoli sui mezzi di trasporto pubblici.

Se vuoi saperne di più su come regolarizzare il tuo veicolo e su come ottenere l’esenzione della tassa puoi consultare la guida che spiega come importare la tua auto a Malta.

A questo punto, se hai intenzione di restare a Malta, sarà opportuno avviare la tua richiesta di residenza.

Residenza Ordinaria

La residenza ordinaria Maltese è una condizione concessa a chi si trova sul suo territorio per esigenze lavorative e/o fiscali, oppure di studio, si può ottenere facilmente ma a condizione che si rispettino determinati requisiti.

  • Autosufficienza economica
  • Contratto di lavoro o lavoro autonomo
  • Motivi di studio

La maggior parte degli italiani residenti a Malta rientra nella categoria “residenti ordinari”, ovvero persone che per lavoro o per esigenze fiscali soggiornano sull’isola per “almeno” 6 mesi l’anno.

Ottenere la Residenza Ordinaria a Malta

A partire dal 2013, il Permesso di Residenza Maltese ha preso il nome di E-Residence, e il suo documento ufficiale (la E-Residence Card) ha preso il posto della vecchia ID-Card che veniva rilasciata agli stranieri, in sostanza il nuovo documento svolge sia il ruolo di documento di identità sia quello di permesso di residenza.

Per ottenere la E-Residence Card devi effettuare la richiesta di residenza presso il Dipartimento di E-Residence che di recente è stato nuovamente spostato presso l’Evans Building che si trova a La Valletta in St Elmo’s Place. L’ufficio è aperto da Lunedì a Venerdì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13:15 alle 14:30 nei mesi che vanno dai primi di Ottobre fino alla prima metà di Giugno e dalle 8.00 alle 12:00 a partire dalla seconda metà di Giugno fino alla fine di Settembre.

Autosufficienza Economica

Per ottenere la residenza a Malta per autosufficenza economica devi dimostrare di avere un reddito adeguato per mantenere te stesso e i tuoi familiari a carico.

Le soglie richieste in corso per i cittadini dell’U.E. sono: un reddito settimanale di € 92,32 per le persone single o di € 108.63 per le coppie sposate, oppure un capitale complessivo di € 14.000 per le persone single o di € 23.300 per le coppie sposate. A queste soglie minime va aggiunto un reddito settimanale di € 8,15 per ciascun ulteriore familiare a carico.

Il modulo da compilare scaricabile dal sito identitymalta.com è il modello: CEA Form J, per scaricarlo bisogna scorrere la pagina fino in fondo, nell’area indicata con “Application Forms”, selezionare il Form J e poi cliccare su “Download Form”.

La documentazione necessaria da presentare per richiedere questo tipo di residenza consiste in:

  • Originale + copia del passaporto o della carta di identità Italiana valida per l’espatrio (fotocopie di tutte le pagine)
  • Originale + copia di una “prova di autosufficienza” (un estratto conto bancario, una pensione, delle obbligazioni, etc.)
  • Originale + copia di una polizza adeguata alla copertura sanitaria sul territorio Maltese
  • Se si hanno figli: certificato di nascita dei figli

Impiego o Lavoro Autonomo

In sostanza se vuoi ottenere la residenza tramite “impiego” devi avere un lavoro a Malta, o come dipendente o come lavoratore autonomo.

In questo caso il modulo da compilare è il modello: CEA Form A, ed è scaricabile dal sito identitymalta.com. Per scaricarlo scorri tutta la pagina fino in fondo, troverai scritto “Application Forms”, dal selettore scegli il Form A e poi clicca su “Download Form”.

Se sei un lavoratore dipendente dovrai presentare:

  • Originale + copia del passaporto o della carta di identità Italiana valida per l’espatrio (fotocopie di tutte le pagine)
  • Originale + copia del contratto di lavoro e del relativo modulo rilasciato dall’ETC
  • Se sposati: certificato di matrimonio
  • Se si hanno figli: certificato di nascita dei figli

Se sei un lavoratore autonomo dovrai presentare:

  • Originale + copia del passaporto o della carta di identità Italiana valida per l’espatrio (fotocopie di tutte le pagine)
  • Originale + copia dell’iscrizione all’ETC come lavoratore autonomo
  • Originale + copia dell’eventuale “Trading Licence” rilasciata dal Trade Department
  • Originale + copia della registrazione al VAT DEpartment
  • Originale + copia del Tax Registration Certificate, che viene rilasciato dall’Inland Revenue Department
  • Originale + copia del tuo numero di Previdenza Sociale Maltese
  • Documentazione utile a provare il tuo indirizzo lavorativo
  • Se sposati: certificato di matrimonio
  • Se si hanno figli: certificato di nascita dei figli

Motivi di Studio

Il modulo per chiedere la residenza per Motivi di Studio si trova sempre sul sito identitymalta.com, in questo caso dall’area “Application Forms” devi scaricare il modello: CEA Form M.

Se hai necessità di restare a Malta per motivi di studio ecco la documentazione che dovrai presentare:

  • Originale + copia del passaporto o della carta di identità Italiana valida per l’espatrio (fotocopie di tutte le pagine)
  • Originale + copia della lettera di ammissione presso l’istituto di educazione
  • Originale + copia di una “prova di autosufficienza” (un estratto conto bancario, una pensione, delle obbligazioni, etc.)
  • Originale + copia della tua tessera sanitaria Europea (TEAM, conosciuta anche come EHIC)

Residenza Permanente per cittadini dell’U.E. con patrimonio alto

Di recente i requisiti per ottenere questo lo status speciale di Residenza Permanente sono diventati meno “agevoli” per i cittadini Europei, e il nuovo schema ha preso il nome di “High Net Worth Individuals Scheme” (HNW), mentre per i cittadini che non appartengono all’Unione Europea esiste un’altro schema chiamato “Global Residence Programme” (GRP).

La Residenza Permanente secondo lo schema HNW, è uno status vantaggioso che consente ai cittadini con un reddito alto provenienti dall’Unione Europea di beneficiare di un particolare trattamento fiscale con un’aliquota del 15% sul reddito rimesso a Malta da fonti estere (tale reddito sarà esente da doppia imposizione), a condizione che il richiedente dimostri determinati requisiti, mentre il restante reddito derivante a Malta da qualsiasi attività commerciale, industriale o professionale sarà soggetto ad una aliquota del 35%.

Requisiti immobiliari (è sufficiente soddisfare una delle due condizioni)

  • Possedere un immobile sul territorio Maltese di valore non inferiore a € 400.000 (prima del 2011 il valore dell’immobile era solo di € 116.000), destinata esclusivamente ad uso personale
  • un contratto di affitto non inferiore a € 20.000 l’anno

Requisiti obbligatori

  • Garantire un minimo di imposte annue di almeno € 20.000 annui più € 2.500 per ogni familiare al seguito
  • Totale autosufficienza economica per se e per i propri familiari a carico
  • Il Residente Permanente non potrà trascorrere più di 6 mesi fuori dal territorio Maltese.
  • Una polizza sanitaria che sia eventualmente in grado di coprire anche le esigenze di propri familiari.

Fonte: Inland Revenue, High Net Worth Individuals

AIRE: cosa fare una volta ottenuta la residenza

L’AIRE, ovvero l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero è un’istituzione che serve a registrare tutti i cittadini Italiani che decidono di vivere all’estero. Chiunque si stabilisca a Malta per un periodo superiore ai 12 mesi dovrebbe provvedere all’iscrizione, e dovrebbe essere comunque effettuata entro i primi 90 giorni dalla data dell’effettivo cambio di residenza. E’comunque possibile regolarizzare la propria posizione con l’AIRE anche in seguito. E’importante ricordare che l’iscrizione all’AIRE è sia un diritto che un dovere di tutti i cittadini Italiani (secondo l’art. 6 della legge 470/1988).

Per iscriversi è sufficiente mettersi in contatto con l’Ambasciata d’Italia a Malta che si trova in Vilhena Street 5 a Floriana.

Gli iscritti all’AIRE potranno beneficiare di una serie di servizi e potranno esercitare alcuni diritti costituzionali tra cui: il diritto di voto per elezioni politiche e per i referendum direttamente nel paese estero di residenza e la possibilità di ottenere nuovi documenti di identità direttamente dall’ufficio consolare di competenza.

Cerca nelle varie offerte di lavoro se c'è qualche opportunità su misura per te

Vuoi conoscere come funziona il sistema fiscale a Malta?

Grazie ad un costo della vita più basso è possibile vivere a Malta spendendo meno e risparmiando.

Cerchi qualcosa in particolare? Una specifica attività? Oppure cerchi un locale?